I blog di Alessioempoli

Data 3 luglio 2017

SILVIO BERLUSCONI

Per ingrandire il testo, cliccare sul browser

Per ingrandire le foto, cliccarci sopra

           SILVIO  BERLUSCONI

 

Dio, ho pregato perché tu eliminassi quel tipo truccato, pieno di lifting, dalla pelle di colore indefinito, a cui piacevano tanto le ragazzine… E mi hai fatto fuori Michael Jackson?!

~ Deluso di sinistra sul trapasso di Michael Jackson

 

Basta! Mi hai deluso, Silvio, è l’ultima volta che ti voto e che mi prendi per i fondelli!

~ Italiano medio qualche mese prima di votare Berlusconi

 

Non c’è bisogno di primarie per il Centro-destra, Dudù sarà il nostro candidato!

~ Silvio Berlusconi sulle prossime elezioni

 

Tornando a casa, troverete le vostre donne, date una palpatina alle vostre donne e dite: questa è la carezza del Papi.

~ Silvio Berlusconi parla agli italiani affacciato dalla villa di Arcore

 

Silvio Berlusconi non esiste, o quasi. È un’allucinazione mafiosa collettiva multimediale a opera delle reti televisive Mediaset. Gli scienziati del M.I.B. hanno infatti scoperto che se tutti gli italiani spegnessero contemporaneamente la televisione per una intera settimana, Silvio Berlusconi non esisterebbe più. Berlusconi è il primo Presidente del Consiglio in formato sedici nani.

Berlusconi è famoso anche per aver stipulato il misterioso Lodo Lucifero con il Diavolo, che alla sua tarda età gli ha permesso di vincere già 3 campagne elettorali semplicemente in cambio dell’anima. Il cavaliere, però, è come tutti gli altri politici che in verità non hanno un’anima (al massimo un grasso e vorace portafoglio) e il Lodo Lucifero si è rivelato un patto capestro ai danni dello stesso povero Diavolo. Questi, accortosi dell’errore fatto, ha cercato di svincolarsi dal lodo senza però riuscirci a causa di una clausola aggiunta a tradimento in caratteri piccolissimi e in veneto dagli avvocati del Cavaliere.

Silvio Berlusconi soffre, purtroppo per lui e per noi, di una grave forma di intolleranza: è estremamente allergico alla democrazia, ai giudici, ai comunisti e a chi gli impedisce di fare i comodi suoi.

 

1-111k

 

2-76k

 

Premessa

Questo personaggio è la dimostrazione che, in Italia, chiunque abbia faccia tosta e tanto “carisma” (leggi soldi), può raggiungere una posizione di rilievo (anche senza tacchi) per poter evitare le sbarre. Berlusconi ha dato una speranza a tutti i latitanti di questo paese.

Premettendo che non sa di aver fatto un plagio al povero Licio Gelli solo creando il PdL (“PdueLoggia“), preparatevi a scoprire cose inedite e/o idiote su questo multiforme personaggio.

 

Avvertenze

Attenzione! Politico con smanie autoritarie e con spiccata capacità di smentire qualsiasi cosa detta.

In soggetti di sana e robusta Costituzione particolarmente sensibili ai repentini cambiamenti di libertà può provocare mal di testa, nausea, vomito, diarrea, ulcera perforante, malattie psicosomatiche, danni cerebrali permanenti.

In soggetti affetti da comunismo può provocare la morte (politica).

In soggetti affetti da fascismo può provocare gravi stati di allucinazione, ed alla fine profondi stati depressivi, e poi la morte (politica).

Nel caso di interruzione del dosaggio, in alcuni soggetti destrorsi si sono riscontrate nel lungo periodo degenerazioni che possono portare a stati di comunismo confusionale (sindrome del Fini), e successivamente la morte.

In caso di semplice contatto con gli occhi, cambiare immediatamente canale o leggere un quotidiano che non sia suo.

In caso di contaminazione rivolgersi al web per un accurato lavaggio del cervello.

Il politico, anche se in apparenza può sembrare integro, presenta nella confezione numerose tracce di conflitto di interessi mescolate ad altissime dosi di onnipotenza.

Controllare attentamente la data di scadenza posta sotto il parrucchino.

Una volta scelto non lasciare in luoghi aperti se non con una buona scorta.

Teme l’acqua, le contestazioni e i souvenir.

Per ulteriori informazioni si legga il foglietto illustrativo.

Per la garanzia o l’assistenza rivolgersi alla sinistra.

 

 

Biografia

Silvio Berlusconi, genio italiota, è nato ad Arcore per immacolata concezione, il 25 dicembre dell’anno 0; alcuni sostengono che in verità sia solo un agglomerato di botulino senziente, ma non si spiega tuttavia come faccia a non liquefarsi al sole.

A 2 anni pronuncia la parola: “mamma”. Il giorno dopo smentisce di averla mai detta svelando il primo attentato disinformativo comunista nei suoi confronti.

Qualche minuto dopo la nascita il Berlusconi era già vittima di un complotto da parte della magistratura.

Cresciuto in un lazzaretto post-guerra mondiale, sin da piccolo si butta in qualunque attività commerciale: vende ghiaccioli agli eschimesi, stufe agli africani, cammelli agli arabi, vodka ai russi e mitragliatrici agli israeliani.

Si narra che all’età di 22 anni abbia fatto una scommessa con il Diavolo che si manifestò nella sua stanza da letto con le sembianze di Cesare Previti: il Diavolo gli avrebbe dato potere, soldi e figa illimitati se fosse riuscito ad affondare l’economia, i risparmi e le speranze dell’intera popolazione italiana.

Indovinate chi ha vinto la scommessa.

In seguito Silvio prosegue l’attività paterna riciclando i proventi di alcuni grandi imprenditori (Totò Riina, Bernardo Provenzano, Raffaele Cutolo ed altri filantropi) e per questo gli fu conferito il titolo di Cav. Lup. Mann. Gran Figl. di Putt.. Infine, il giovane Silvio creò dozzine di canali TV allo scopo di mostrarsi alle masse, ma mai di spalle, per non far vedere la pelata e per paura di essere inchiappettato da Golda Mayer.

 

Preoccupato dagli sviluppi della politica, nel 1993 informò gli itagliAni che alcuni alieni comunisti mutanti e affamati di bambini stavano per invadere il paese e che lui era il solo in grado di poterli fermare. La prima volta l’Italia gli credette in massa, ma poi capì che stava solo facendo un provino per Zelig.

 

Ad un certo punto decise che era ora di farsi conoscere veramente per quello che è, oltre che per quello che NON è. Iniziò una relazione con un famoso avicoltore, Adriano Galliani, e dopo il suo terzo lifting si fece un regalo comprandosi il Milan. Allo stesso periodo risalgono alcune sue partecipazioni ad importanti pellicole come Il Signore dei Tranelli, Pirati delle Libertà, la mitica saga di Ecoballe Spaziali, tant’è che per un mese intero sfoggiò magliette, ricchi premi e cotillon vari del suddetto film fantascientifico con la celebre scritta “Che la farsa sia con voi!“. Essendo stato circonciso da piccolo, è costretto a portare la bandana.

 

3-56k

 

4-89k

 

Vita religiosa

 

Essendo un Dio in Terra, nel 1994 Berlusconi ha fondato una religione, il Berlusconesimo, i cui dogmi principali sono: “non avrai altro Dio all’infuori di Silvio” e “Ricordati di evadere le tasse“.

Secondo le scritture, Berlusconi morirà in un futuro abbastanza prossimo per colpa dei comunisti e dei loro improperi, ma risusciterà dopo 3 giorni facendo esplodere il suo mausoleo ad Arcore; a quel punto tutti si convinceranno della sua grandezza e magnificenza.

Si recherà a quel punto dai suoi 10 apostoli (in realtà erano dodici, ma Casini e Fini lo hanno tradito) Fede, Paolo Bonaiuti, Daniele Capezzone, Maurizio Gasparri, Bruno Vespa, Adriano Galliani, Umberto Bossi, Marcello Dell’Utri, Sandro Bondi e Cesare Previti e dirà loro di andare e diffondere la sua parola nel mondo.

A Fede dirà:

“Fede,tu sei Fede e su questa Fede fonderò la mia Fede”

 

A quel punto tornerà in cielo e siederà al posto del padre, che scalerà di un posto sulla sua destra.

Gli Apostoli di tale profeta, guidati dall’apostolo Bondi, predicano tutt’ora attraverso i canali mediatici sotto la guida del teorico della Fede, Emilio Fede.

Con i loro proseliti hanno convinto i 2/3 degli italiani che Berlusconi è l’Unto del Signore, e che loro sono dei formidabili leccaculo.

Questa fede, come spiega Fede, si basa sulla Santissima Trinità berlusconiana: il Papi, la Figa e lo Spiritoso Santo, e contempla anche una preghiera per ingraziarsi i favori del Cavaliere: il Silvio nostro, che sei ad Arcore.

Berlusconi, si sa, è un gran cazz cattolico, nonché amico personale e sostenitore assiduo del Papa. Infatti è ormai certo che, mentre Ratzinger ottiene l‘otto per mille dai suoi fedeli con la minaccia di fargli arrostire le pacche all’inferno per l’eternità, Silvio si accontenta tramite i suoi super poteri di accaparrarsi il restante 992 per mille della ricchezza italiana.

Silvio Berlusconi ama la famiglia, la ama talmente tanto che ne ha avute due o tre. La ama talmente tanto che è arrivato a pagare i suoi fedeli per accorrere in sua difesa. Certo, è divorziato e ama spassarsela con le sue ragazze facili minorenni nella villa abusiva in Sardegna, ma a nessuno (che non abbia una mente propria) importa nulla. È proprio questo che conferma la vicinanza tra Berlusconi e la Chiesa: il comune impegno nel campo della pedofilia. In ciò non c’è neanche il conflitto di interessi: per quanto se ne sa finora, Berlusconi preferisce le femminucce.

Se in un prossimo futuro dovesse diventare Papa (la possibilità esiste) ha già deciso che si chiamerà “Pio Tutto” o anche “Forza Papa Primo“, nel frattempo è frate con il nome di fra’ Inteso.

 

5-49k

 

6-68k

 

L’identità segreta

Anche grazie al dono dell’ubiquità, Berlusconi è in grado di trasformarsi in un supereroe, Il Cavaliere Mascarato, non entrando in una cabina telefonica come Superman, bensì in una sala trucco.

La sua identità segreta venne svelata nel corso del programma di enogastronomia balistica dei RIS “Striscia la Perizia“. La memoria di tutti coloro che videro la trasmissione fu in seguito cancellata dal neuralizzatore dei Men in black e l’autore del servizio, Daniele Piombi, fu direttamente calciorotato fuori dal palinsesto televisivo e dall’universo conosciuto. Nei pochi frammenti di memoria rimasti nei telespettatori lobotomizzati, a distanza di anni riaffiorano alcuni dei superpoteri del Cavaliere Mascarato:

 

– Dono di prendere voti nonostante la gente conosca che racconta cagate.

Lifting (tendendo la pelle in modo inimmaginabile diventa invulnerabile).

Riportare in vita i defunti (specialmente in periodo elettorale, nel quale i suoi poteri si accrescono) con la fatidica frase: Lazzaro, alzati e vai alle urne!

Sorriso ad 84 denti (superando lo Stregatto, per abbagliare e poi mordere): è molto contento pensando a tutti i soldi che ci ha fregato.

Dono del conflitto di interessi (per diventare il proprietario di qualsiasi cosa gli capiti sotto mano e poi creare conflitti di interessi che prontamente non saranno risolti dal governo che gli succederà).

Ciuffo di tre capelli (con cui capta e riceve onde radio a frequenza nascosta).

Op-op Gadget scarpe (che lo elevano da terra dandogli la statura di un centro dell’NBA).

Cantare con Mariano Apicella (è un’arma di distruzione di massa).

Spendere tutti i soldi delle casse dello stato e poi dire: “non sono stato io!”

Immunità Plenaria, concessagli da Padre Mastella in persona.

Ubiquità: gli consente di essere in villa, a “Porta a Porta“, in Yacht, nella tenuta di Arcore, nella residenza in Sardegna e nelle mutande di 10 soubrette contemporaneamente.

Smentire le dichiarazioni pesanti e antidemocratiche e fare finta che non sia successo niente.

Abbassare le tasse prendendo i soldi mancanti dalle tasse.

Multifunzione: gli concede il potere di controllare contemporaneamente reti televisive, telegiornali, giornali, riviste, decisioni politiche, decisioni economiche, imprese, fabbriche, sondaggi, squadre di calcio, programmi televisivi e il pensiero degli italiani.

Multicitazione: ha il potere di essere citato in infiniti processi per infinite ragioni.

Annettere al suo harem qualunque troietta gli passi davanti (se la troietta è minorenne, questo potere si amplifica con ubiquità e multifunzione e diventa devastante).

Dono delle lingue (o Maccheronico): per farci fare figure di merda ovunque nel mondo.

Battuta letale: ha il potere di dire sempre freddure in grado di scaldare il soggetto della battuta stessa (se applicato in meeting internazionali molto importanti può portare alla terza e ultima guerra mondale).

Potere di preveggenza, dovuto alla testa pelata, gli consente continuamente di evitare la galera, mandandoci al suo posto l’amico Previti (che però se l’era ben guadagnata), sapendo comunque che l’indulto gli avrebbe salvato il fondoschiena.

Potere di farsi votare più e più volte ipnotizzando gli italiani tramite il Grande Fratello. Dopo la prima volta gli italiani si sarebbero accorti di sicuro di tutte le cazz… che aveva fatto.

Impossibile eliminare questo elemento: potere che gli consente di non lasciare mai la poltrona e di riscendere in campo. Avviate programmi di rimozione forzata o formattate il computer per rimuovere definitivamente questo virus. (è immune all’antivirus Bersani)

 

7-52k

 

8-44k

 

Politica internazionale

Silvio Berlusconi ama condurre una politica internazionale basata esclusivamente su legami di amicizia palesemente non ricambiati con i capi di stato esteri: due dei suoi più grandi amici sono Bush e Blair. La Politica Internazionale nei confronti di USA e Gran Bretagna è molto semplice: l’Italia garantisce il suo incondizionato appoggio a ogni fregnaccia partorita da USA e Inghilterra in cambio di tralicci dell’ENEL prefabbricati nelle potenti acciaierie estere.

È molto importante anche il suo rapporto con Vladimir Putin, suo compagno di classe ai tempi del corso per majorette. Berlusconi e Putin sono soliti scambiarsi regali e gadget in occasione dei loro frequenti incontri. Nell’ultimo di questi, Berlusconi ha regalato a Putin la Puglia, Putin ha ricambiato con un dito medio appena tagliato al Compagno Strasbuijtiev, noto astronauta.

Nei confronti della Russia la politica di Berlusconi è la seguente “Vai avanti tu, che a me scappa da ridere“.

Fra gli ultimi che hanno potuto fregiarsi del titolo di suoi amici, ci sono stati Mubarak e Gheddafi. Mubarak, in particolare, lo teneva tanto in conto da affidargli la nipotina prediletta, tale Ruby, mentre con Gheddafi ha avuto stimolanti scambi d’opinione sull’opportunità di costituire un reparto d’élite di guardie del corpo donne.

I suoi amici, stranamente, finiscono qui.

Ma non tanto stranamente, poi, vista anche la fine che hanno fatto gli ultimi due.

Vale la pena soffermarsi quindi sulla politica tenuta nei confronti delle nazioni più importanti del mondo:

– La politica verso l’Albania è alquanto aggressiva, a volte arriva addirittura a punire l’impero adriatico affondando le barche di clandestini.

– Nei confronti della Francia si limita a inviare all’Eliseo migliaia di telefoni cordless al giorno.

– Verso la Germania è in vigore una vantaggiosissima politica di scambi commerciali: in Italia vengono importati articoli Sadomaso in cambio di Piccioni utilizzati dai governanti tedeschi al solo scopo di insozzare i propri monumenti. I rapporti con quest’ultima, tuttavia, stanno migliorando da quando come cancelliere tedesco è stata eletta Angela Merkel che, come tutte le donne, non può resistere al grande fascino da playboy di Silvio.

A novembre 2008 Silvio si riporta sul palcoscenico internazionale e, in seguito alla Riforma Gelmini e alle sue battute del cazzo su Obama, l’Università La Sapienza gli conferisce la Laurea di Coglione ad honorem e l‘Unesco, per proteggerlo dalla reazione americana, lo ha dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

 

9-64k

 

Aggressioni

 

Essendo l’uomo più potente del mondo, con una rilevanza politica superiore a quella del presidente degli Stati Uniti, Silvio Berlusconi è spesso bersaglio di attentati di natura terroristica, da parte di fazioni comuniste, che sfortunatamente non si sono mai conclusi in tragedia:

– Il 31 dicembre 2004, il premier fu colpito da un treppiede, estremamente appuntito, di un fotografo notoriamente comunista. Secondo le testimonianze dei presenti il treppiede fu deviato, presumibilmente dalla mano della vergine Maria, a pochi centimetri dal soggetto, verso un punto non vitale del corpo. Il feroce attentatore fu prontamente arrestato e dopo un giorno di reclusione ricevette la visita di Berlusconi, che gli concesse il perdono e l’assoluzione di tutti i peccati.

– Il 13 dicembre 2009, alla fine di un trionfale comizio del PdL il cavaliere, mentre rilasciava le ultime benedizioni ai fedeli in piazza Duomo, colpì con tutta la forza della sua testa una riproduzione in scala 1:1 del Duomo tenuta casuamente in mano dallo psicolabile Massimo Tartaglia. Berlusconi riuscì, sempre per opera divina, a sopravvivere e ancora una volta l’attentatore fu immediatamente arrestato. Il gesto fu subito condannato “senza se e senza ma” da ogni schieramento politico, tranne ovviamente l’IdV. Massimo Tartaglia in seguito ad alcune analisi venne giudicato incapace di intendere e di volere, perché votava PD ma, sopratutto, per avere la tendenza a rovinare in modo incontrollato i souvenir di Milano.

«È tutta colpa di Annozero, anzi Annominchia!»

(Emilio Fede risponde pacatamente ad un inviato di Annozero dopo l’aggressione a Berlusconi)

 

10-36k

 

Tu porta lo spumante, festeggiamo a casa mia

~ Marco Travaglio a telefono con Santoro

 

PREPARATE SUBITO UNA FOTO MAL RIUSCITA DI DI PIETRO, ME LA PAGHERANNO STI COMUNISTI!

~ Emilio Fede in un fuori onda regolarmente registrato da Striscia la Notizia che lo manderà in mondovisione

 

Ma a che cazzo servono 25 uomini di scorta, un centiliardo di forze dell’ordine, 7 macchine blindate e 23 elicotteri costantemente in volo?

~ Chiunque perplesso sulle misure di sicurezza

 

Grazie di cuore ai tantissimi che mi hanno mandato messaggi di vicinanza e di affetto. Ripeto a tutti di stare sereni e sicuri. L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio

~ Massimo Tartaglia si rivolge al suo fan club su feisbuk

 

Bastardo infame / Denti spaccati / Corsa all’ospedale / Passione di Cristo 

~ Sandro Bondi poesia sull’attentato a Silvio

 

La Madonnina mi ha colpito nei denti ma la perdono. In fondo la mamma è sempre la mamma.

~ Silvio Berlusconi prima di stanziare un fantastilione di euro di denaro pubblico per il restauro del Duomo di Milano

 

L’attentato a Silvio Berlusconi avvenne il 13 dicembre 2009 a Milano, subito dopo un trionfale comizio del PDL. Il premier ne uscì fortunatamente intatto e più forte di prima e l’attentatore fu condannato “senza se e senza ma”.

 

11-48k

 

Il fatto

 

Il noto maestro degli specchi ballerini Massimo Tartaglia, dopo aver carpito il segreto della levitazione dal film Matrix e dopo aver visto tutte le puntate di Anno zero (fuori onda compresi), decide di combinare le due cose e di spiegare il suo pensiero politico al premier. Grazie all’anonimato conferitogli dal suo cappellino dell’adidas e grazie alla sua magistrale capacità mimetica riesce ad appropinquarsi a Silvio Berlusconi nonostante i 25 gorilla e a prendere la mira per un tempo stimato tra i 20 e i 40 minuti.

Una volta agganciato l’obiettivo, Tartaglia si libra nell’aria e scaglia la sua arma (acquistata per 5 euro su una bancarella abusiva) contro il volto della vittima. L’impatto è devastante. Massimo Tartaglia infatti, dopo anni di studi ingegneristici, conosce il principio della leva e lo sfrutta, cazzo se lo sfrutta. Solo ora l’imponente macchina della sicurezza ha il tempo di agire e riesce a bloccare l’aggressore nonostante le sue abili manovre evasive. Silvio, sconvolto perché apprende che anche lui può sanguinare, arretra e barcolla rifugiandosi in macchina, ma poi, eroicamente, esce di nuovo per guardare negli occhi il suo aggressore in segno di sfida.

 

12-48k

 

13-44k

 

19-60k

 

Solidarietà – “condanna senza se e senza ma”

 

Il mondo politico ha subito condannato unanimemente l’insano gesto. I politici, riunitisi in grande fretta, scelsero “Condanna senza se e senza ma” come frase fatta per condannare tale gesto e da ripetere ai giornalisti per congedarli in pochi secondi senza che rompessero troppo le balle. Gli esponenti politici dei vari partiti però, nella fretta, si dimenticarono di convocare anche Di Pietro che mandò tutto in merda con le sue infauste dichiarazioni. Solo successivamente il noto assassino del congiuntivo tornò sui suoi passi grazie alle tempestive istruzioni degli altri politici.

Grande solidarietà per il Premier e condanna del gesto è arrivata anche dai capi di stato estero: “Sense si et sense mais” da Nicolas Sarkozy, “Without if and without but” da Barak Obama, “Ohne wenn ohne aber” da Angela Merkel e “дийкл стуф хцч шщ ъыьэю” da Vladimir Putin, che per sicurezza ha anche inviato un plotone di soldati scelti a presidiare il San Raffaele e ha armato 5 testate termonucleari.

 

Un commento imparziale

Ecco di seguito riportato una piccola parte dello speciale Tg4 condotto da Emilio Fede durato 6 ore e mezza:

«Scusate se mi trema la voce, ma oggi è uno dei più brutti giorni della storia dell’umanità. Il nostro amato Premier Silvio Berlusconi, mentre camminava tra la folla dispensando pace e serenità, è stato colpito al volto da un oggetto poi rivelatosi un Duomo di Milano in acciaio inox temprato. La vile aggressione è stata eseguita da un povero pazzo che ha ascoltato troppe puntate di Annozero, una mente facilmente influenzabile che è stata manipolata dalle blasfemie e dalle ingiurie di Marco Travaglio e tutta la massa di comunisti che appestano il nostro amato paese.

L’aggressore è stato sottratto al linciaggio e ora si trova in carcere dove tutti sperano che crepi sotto atroci torture. Dalle prime indagini pare che sia un comunista pedofilo. Dal mondo politico è arrivata solidarietà totale per il nostro amato padrone, tranne da quella vile ex Toga Rossa di Di Pietro che ha detto testualmente “Hanno fatto bene“.

 

Nelle prossime ore milioni di persone compiranno una peregrinazione presso l’ospedale San Raffaele per esprimere la loro solidarietà nei confronti del nostro amato Presidente.»

 

Polemiche sulla sicurezza

L’imponente scorta di Silvio Berlusconi comprendeva:

– 8 satelliti militari;

– 4 satelliti Mediaset;

– 23 elicotteri: 10 dei carabinieri e 13 elicotteri d’assalto Mangusta dell’Aeronautica Militare;

Un Google di forze dell’ordine;

25 gorilla addestrati dalle forze speciali, cintura nera decimo dan e dotati di visore notturno, stealth, banana e bandana;

7 auto blindate a prova di bomba termonucleareglobale;

Renato Brunetta;

Sandro Bondi.

Le polemiche feroci tuttavia sono del tutto infondate (e faziose) dato che l’Intelligence dei servizi segreti non aveva previsto l’attacco con armi non convenzionali quali i souvenir del Duomo di Milano. L’attacco condotto da un singolo altamente esperto e organizzato, che si è servito di armi non convenzionali e che ha utilizzato tecniche estremamente raffinate ha perciò colto tutti di sorpresa.

 

14-50k

 

Le ripercussioni sui suoi discepoli

 

Sandro Bondi dopo aver appreso la notizia è stato colto da 3 infarti simultanei e ha cominciato a sanguinare negli stessi punti in cui è stato ferito il Premier. Solo l’imposizione delle mani da parte di un eroico Silvio, che si è alzato dal letto nonostante le ferite, ha salvato Bondi da morte sicura.

Emilio Fede è andato in frenesia anti-comunista, ovvero quella sindrome che si verifica quando ci sono troppi insulti da dire in troppo poco tempo. Dopo due ore passate a schiumare dalla bocca in preda a convulsioni, è riuscito a riorganizzare le idee e a condurre sei ore e mezza di speciale sull’accaduto.

Mara Carfagna, sconvolta, ha ripensato agli indimenticabili momenti passati sotto la scrivania dell’amato Premier e si è recata subito al San Raffaele per donargli il sangue, lui poi avrebbe ricambiato con un altro fluido…

Bruno Vespa ha subito condannato il gesto “senza se e senza ma” e ha subito ordinato un plastico del luogo dell’attentato per fare 19 puntate di Porta a Porta. Ha invitato a Porta a Porta tutti gli amici, amici degli amici parenti, animali domestici di Massimo Tartaglia. Contemporaneamente, con la mano sinistra, ha scritto 2 nuovi libri da promuovere in tutte le trasmissioni televisive per le feste natalizie: “Il martire di Arcore” e la biografia di Massimo Tartaglia.

Claudio Brachino ha realizzato un servizio in cui si mette in evidenza come sia improponibile l’abbinamento di un cappellino da baseball dell’adidas con un souvenir del duomo di milano.

L’avvocato di Silvio Berlusconi ha subito citato in giudizio Massimo Tartaglia e il Duomo di Milano.

Gesù ha detto 3 padrenostri e 4 ave marie per augurargli buona guarigione.

Satana ha detto 666 bestemmie in 666 lingue diverse per augurargli buona guarigione.

 

15-54k

 

Reazioni dei detrattori di Silvio Berlusconi

 

Santoro ha avuto un orgasmo multiplo e ha organizzato una puntata di Annozero con ospite speciale Massimo Tartaglia. Poi ha chiamato Marco Travaglio, ma la linea era occupata perché Travaglio stava chiamando Santoro in contemporanea. Questa situazione si è protratta per 2 ore. Quando finalmente sono riusciti a sentirsi hanno organizzato una cena a base di aragosta, caviale e spumante a casa Santoro, conclusasi con la visione della Corazzata Potemkin e con un amplesso epico.

Di Pietro ha interrotto la sua inutile lezione sul congiuntivo ed è sceso in strada urlando “Ce ne volessero di più di scugnizzi come a questo!”.

Beppe Grillo ha semplicemente commentato con un vaffanculo e ha organizzato un Massimo Tartaglia Day.

– Le toghe rosse hanno sancito che il “Lancio del Duomo di Milano in faccia a Silvio Berlusconi” è un atto costituzionale.

Mao Zedong ha lanciato un urlo di gioia dal profondo degli inferi, ma Satana lo ha prontamente infilzato con il suo forcone.

 

16-52k

 

MegaSuperIperSondaggione

 

17-57k

 

La profezia di Nostradamus ( Da illustri studi del noto Professor Roberto Giacobbo)

 

Eh,sì! Il nostro caro profeta ha profetizzato anche questa profezia!(ora basta sennò mi viene il palletico).

Di ferro duomi cadean dal cielo

Su teste di uomine bassi e capelluti

ignobil furia tra gli empi scatenò

e cazzate superanti le mie profezie provocò  ”

~ Quartina RETSFSVXFCGDSFGXCBVX.151209

 

Notate come fosse preciso nel dare il numero delle vittime e la descrizione del fatto, ma incredibilmente NOTATE un particolare molto difficile da notare, in fondo al titolo della quartina spunta il numero 151209, che diviso in tre ogni due numeri, andrebbe a dare 15/12/09, che poi sarebbe 15/12/2009, che tradotto in anglicano somiglierebbe a 15 dicembre 2009.

 

18-62k

 

La famiglia

L’ex moglie

Si sa, Berlusconi è un uomo fedele e casto, e non tradirebbe mai la moglie, ma la moglie, nel suo essere una malvagia comunista lo tradisce, cribbio se lo tradisce! Ma essendo comunista e visto che i comunisti pensano che tutto è di tutti, anche la moglie del cavaliere è di tutti.

 

I figli

Dei tre di secondo letto, due hanno preso fortunatamente dalla madre, ma con Barbara purtroppo la natura non è stata altrettanto compassionevole. I due di primo letto, invece, hanno preso fortunatamente da un vecchio vicino di casa.

 

Controversie

Frange estremiste del Tg3 sostengono comunisticamente che Berlusconi abbia contatti con Satana, ma Silvio nega qualsiasi amicizia rossa.

Frange estremiste delle Micro Machines dichiarano che Berlusconi sia in realtà una Cadillac del 1962 dopo un brutto incidente.

La moglie, rivedendolo in casa dopo che si era trapiantato i capelli, ha detto che non aveva richiesto nessun idraulico.

 

Problemi giudiziari

1958False dichiarazioni, neanche tanto false… si stava per imbarcare su una nave da crociera dove era solito andare per raccontare barzellette, quando ubriaco venne fermato dal personale di polizia e intimò le guardie di lasciarlo stare perché lui sarebbe diventato Presidente del Consiglio e lì sarebbero stati cazzi amari per tutti.

1970 – Mancato pagamento del biglietto sul rapido Rimini-Bologna (Assolto perché il controllore era un comunista).

1976 – Atti osceni in luogo pubblico: si toccava osservando un manifesto di Veronica Lario (Assolto ma condannato a sposare la Lario).

1981 – Associazione sovversiva, si iscriveva alla bocciofila P2 di Castiglion Fibocchi. (Assolto perché non sapeva giocare a bocce).

1986 – Aggiotaggio, tentava di comprare Il Corriere della Sera. (Assolto perché non sapeva leggere).

1992 – Falso in bilancio, faceva la cresta sulla spesa per ricavare i soldi per comprare i dischi di Franco Califano. (Prescritto grazie al Lodo Califano).

1996 – Traffico di valuta, portava franchi di cioccolato dall’Italia alla Svizzera. (Assolto raccontando la barzelletta nella quale ci sono: uno svizzero, un americano e un napoletano…).

2001 – Corruzione, pagava (con la carta di credito di Zio Fester) una cenetta con annessa mignotta all’arbitro di Milan-Cesena (Prescritto perché la mignotta era un trans).

2008 – Disturbo alla quiete pubblica, alzava il volume dello stereo a tutto volume così che il suo album inciso con Mariano Apicella, La vita è ‘nu babbà si sentiva da Villa Certosa a Villa San Giovanni (Prescritto in virtù del Lodo Apicella)

2009 – Per risolvere i suoi problemi giudiziari, il Cavaliere è ricorso prima al Lodo Schifani (bocciato perché incostituzionale), e poi al Lodo Alfano (identico e quindi ri-bocciato perché incostituzionale); infine ha pertanto deciso di raccogliere le Sfere del Drago perché gli fosse concessa l’immunità contro i giudici comunisti. La risposta del Drago Shenron, documentata da Emilio Fede nella puntata n. 666 di “Dragonball PdL”, è stata: “Sti cazzi“. Proprio per questo, Sua Nanezza ha intentato causa al Supremo, con l’accusa di essere una spia comunista proveniente dalla colonia sovietica di Namecc. In risposta a tale calunnia, i Guerrieri Z hanno organizzato un corteo di protesta contro Silvio Berlusconi ed in supporto del Supremo, cui hanno partecipato anche numerosi giudici, intonando all’unisono “Meno male che Shenron c’è!”

2013 – Concussione e prostituzione minorile, il ritorno dei soliti comunisti che fraintendono la realtà! Il Cavaliere è stato ripetutamente stuprato da minorenni da capogiro e igieniste dentali in maschera nella sua villa di Arcore, fin quando non arrivò una terrorista marocchina a peggiorare il tutto! Nonostante la condanna in primo grado, si auto-assolverà reincarnandosi in Spongebob e distruggendo finalmente il comunismo.

Nonostante alcuni (i giudici cattivoni comunisti, e i loro complici i collaboratori di giustizia) sostengano che Berlusconi sia mafioso, l’accusa è falsa. Il cavaliere non è assolutamente schierato dalla parte della Mafia, ma è uno statista equilibrato e super partes, con un alto senso morale dell’amicizia, come sanno bene gli amici degli amici. Ha infatti appoggiato ad esempio il politico camorrista Nicola Cosentino allo stesso modo del mafioso Totò Cuffaro, e dopo la monnezza a Napoli, ha provveduto per equità a riempire di spazzatura anche Palermo. Possiamo quindi rassicurare: la Camorra che non sarà danneggiata dai favoritismi. L’unica associazione benefica con cui non riesce ad entrare in contatto è la Sacra Corona Unita, in quanto tenuta in ostaggio da un Presidente di regione che incarna il peggior incubo di Berlusconi: un comunista omosessuale.

 

20-43k

 

21-48k

 

Sondaggio

 

22-58k

 

La prima pagina del vangelo secondo Silvio

 

Santo Silvio da Arcòre ti porto sempre nel mio cuore; [ora pornobis]

Tu che fai sempre tutto in un botto facci presto vincere al superenalotto; [ora pornobis]

Tu con la tua grande coscienza donaci presto l’incontinenza; [ora pornobis]

Tu che ad Obama dici negretto prendilo a calci e buttalo dal tetto; [ora pornobis]

Tu che vuoi fare una buona azione alla Fiat mandali in cassa integrazione; [ora pornobis]

Tu che ami i tuoi connazionali falli vivere tutti come animali; [ora pornobis]

Tu che adori il Bunga Bunga fa che il Viagra funga; [ora pornobis]

Tu che sei l’utilizzatore finale a guardarti io sto male; [ora pornobis]

Ora pornobis; ma ci devi lasciare, solo senza di te possiamo pensare, [Ora pornobis]

 

23-44k

 

Futuro

 

Grazie all’utilizzo di ormone somatotropo (che gli ha restituito i capelli persi prima di diventare una divinità) Berlusconi è destinato a vivere molto a lungo, questo ovviamente gli permette di fare programmi a lungo termine, pare infatti che abbia intenzione di diventare prima presidente della repubblica, poi papa e infine Dio! Il berlusconismo smetterà quindi di essere una forma politica e diventerà una religione! Gli angeli custodi saranno il prestanome Alfano e la musa ispiratrice Totò Riina. La Bibbia verrà eliminata e sostituita dal manuale del mafioso perfetto. Dio, Gesù, Budda, Allah si stanno cagando sotto dalla paura!

Una volta finito il suo mandato da presidente del consiglio, salirà sul famoso colle e spingerà di sotto Mattarella, impossessandosi definitivamente della Repubblica italiana. Dopo qualche anno, con l’appoggio della Lega e dei suoi quattro gatti chiederà le dimissioni di Papa Jorge Mario Bergoglio volgarmente detto Francesco I allo scopo di diventare il sovrano assoluto della Città del Vaticano. Arrivato infine alla tenera età di 96/97 anni nel pieno della sua giovinezza ambirà a diventare DIO.

Si stima che Berlusconi vivrà almeno fino a 135 anni. Insomma, piano piano si farà, c’è tempo. Non temete….

 

24-48k

 

La fine di Berlusconi

 

Anche con tutta la sua buona volontà, la sag(r)a dell’uomo di Arcore prima o poi dovrà finire. Fermo restando l’augurio al Cavaliere di rimanere in vita almeno fino a che possa essere giudicato da un giudice, della fine di Silvio parla persino una quartina di Nostradamus, e già circolano vari sondaggi sull’argomento (forse richiesti da Lui in persona).

 

Dimissioni

Verso la fine della sua carriera politica, il Nostro ha dovuto lasciare la carica di Imperatore dell’Impero Galattico.

Le ultime rivelazioni di Wikileaks, spiattellano che ciò è stato provocato da un complotto americano, in atto almeno dal 2010 a.C.

Secondo quanto riferito da qualcuno, il Berlusca è stato costretto a dimettersi con uno stratagemma: questi stava attendendo una igienista diciottenne per avere un servizio sanitario e invece gli è arrivata la Lewinsky, pare mandata dal Segretario di Stato Hillary Clinton in persona.

Quando se n’è accorto era ormai troppo tardi e ha dovuto firmare le dimissioni sotto minaccia dentale.

 

Decadenza

Il 27 novembre 2013, dopo una lunga ed epica battaglia fra bene e male, giustizia e impunità, politica e palazzo, Travaglio e Sallusti, l’ignobile atto, l’indicibile stupro della democrazia è finalmente compiuto: il Cavalier Silvio Berlusconi decade da senatore, a vent’anni esatti dalla sua discesa sul ring, la spugna gli viene gettata in faccia da Paola Severino che, nonostante la menomazione, dimostra di avere un’ottima mira legislativa.

Il popolo degli italiani che amano la figa è in lutto mentre quello degli spregevoli comunisti è in festa, colla barca Italia che affonda perché il Ministero per l’Avvistamento degli Iceberg nel Mediterraneo non ha svolto il proprio dovere.

 

25-58k

 

26-70k

 

Amici

Marcello Dell’Utri

Bernardo Provenzano

Vittorio Mangano

Licio Gelli (Compagno di merende ai tempi della scuola privata “Liceo Paritario Loggia P2″)

Cesare Previti

Mariastella Gelmini

Umberto Smaila

Omino Silvio (fratello dell’Omino Sentenzioso)

Totò Riina

Il Joker

Il Comandante Red del Red Ribbon (vanno spesso a Gardaland senza pagare perché più bassi di un metro)

Gianni Baget Bozzo

Wikipedia

L’ano degli italiani

Renato Schifani

Sandro Bondi (Silvio ormai non è più quello una volta, lo lascia per un amante più giovane e più berlusconiano)

Emilio Fede (l’ex)

Il bisturi

Tu

Moratti (Massimo e Letizia)

Vladimir Putin

Satana

Il chirurgo dei trapianti di capelli

Bruno Vespa

 

Nemici

La Costituzione Italiana

La Magistratura

La Guardia di Finanza

Gli studenti universitari

Il Conflitto di interessi

Le intercettazioni telefoniche

L’intelligenza

La libera informazione

L’uguaglianza

L’onestà

Rai Tre

Massimo Tartaglia

Martin Schulz

Sua moglie

Io

Marco Travaglio

Enzo Biagi

Michele Santoro

I Power Rangers, specialmente quello rosso

La Kriptonite

I comunisti

Daniele Luttazzi

Rosy Bindi

La calvizie

L’altezza

Light Yagami che, come risaputo, perseguita i criminali

Phoenix Wright, il servitore della giustizia eterna

Romano Prodi

Angela Merkel

Dio, perché si crede superiore a lui

 

27-59k

 

Denominazioni

 

Il soggetto si è procurato negli anni numerosi titoli, tutti meritatissimi.

Ecco una breve lista.

Dio

Pirluscone

Burlesconi

Psico-nano malefico

Portatore sano di democrazia

Truffolo

Frottolo

Portatore nano di democrazia

Unto del Signore

Il signore dei tranelli

Napoleone

L’ottavo nano

Psiconano

Bubusettete

Berluscon de’ Berlusconi

Papi

Presidente operaio

BerlusKaiser

Sua impunità

Plastic-face

Sua emittenza

Al Tappone

 

28-52k

 

Curiosità

– Berlusconi non è un imbroglione, è solo un diversamente onesto.

– Berlusconi detiene il copyright della frase: sono stato frainteso. Chiunque la dica deve pagargli diritti.

– Il cervello di Berlusconi è come un elettrone: di massa trascurabile.

– Se si digita “merda” su Google, apparirà come primo risultato un suo video

– Se invece di “merda” si digita “buffone“, il suo cognome farà capolino già dal primo risultato, sempre seguito dall’immancabile pagina di Wikipedia dedicata al termine in questione

– Si deve a lui la diffusione della frase: “Mi sono fatto da solo” con la quale ha dato un grande insegnamento alle generazioni future che già da tempo si fanno da soli. Senza manco usare il laccetto

– Berlusconi è il protagonista del famoso videogioco President Evil

– È il più importante esponente dei Cavalieri della Tavola Rotonda: con la carica di “Condottiero del Popolo della Libertà” ha fermato lo strapotere dell’Impero rosso nel nostro paese

– Il presidente Berlusconi è davvero il presidente di tutti, infatti ha processi in corso con metà della popolazione italiana.

– È una delle menti che stanno dietro il Grande Complotto Internazionale.

– Molte persone considerano Berlusconi una persona così importante che molte persone vorrebbero pulirgli il culo con il dito medio.

– I capelli di Berlusconi contengono kryptonite.

– Berlusconi non ha mai avuto bisogno di farsi un bidet.

– Berlusconi da piccolo non riuscivano mai a interrogarlo, riusciva sempre a temporeggiare fino a far suonare la campanella. Certe virtù te le porti dietro per tutta la vita.

– Ha subito 10 by-pass al cuore, ma 7 se li è fatti condonare.

– È l’unico capace di rendere costituzionale una legge anticostituzionale.

– Recentemente in una conferenza ha dichiarato di aver pagato i giudici, poi si accorse dell’errore e pensò “Non è vero che io ho pagato i giudici! Ho pagato pure altra gente!!!”

– Berlusconi presenta una curiosa allergia verso le statuette del Duomo di Milano: al solo contatto gli sanguina tutta la faccia e gli si rompono i denti.

– Nel 2010 è stato eletto “Man of the year” per merito dall’ A.I.E Associazione italiana Escort

– Berlusconi non ha mai corrotto nessuno, è solo un uomo molto generoso.

– Alcuni sociologi sostengono che Berlusconi poteva far successo solo in un paese come l’Italia.

– Nella sua pagina di Wikipedia la parola “corruzione” compare ben 11 volte.

 

29-44k

 

Onorificenze e titoli

 

30-69k

 

 

I mille volti del Cavaliere

 

31-46k

 

32-52k

 

33-56k

 

34-41k

 

35-50k

 

36-45k

 

37-62k

 

38-48k

 

39-41k

 

40-44k

 

41-60k

 

42-40k

 

43-52k

 

44-40k

 

4 Risposte a “SILVIO BERLUSCONI”

  1. hornwort scrive:

    You’re so interesting! Ӏ don’t supρose I have read something liқe this before.
    So wonderful to discover ѕomeone with some unique thoughts on this topic.
    Really.. thank you for starting this up. This ᴡeb site is ⲟne thing that
    is required on the web, someone with a bit of oriցinality!

  2. Vicodin scrive:

    Hi there, I found your site by means of Google at the same time as searching for a related subject, your web site came up, it appears great.
    I have bookmarked it in my google bookmarks.
    Hi there, simply became aware of your weblog via Google, and located that
    it’s really informative.
    I will appreciate if you continue this in future. A lot of
    folks can be benefited from your writing. Cheers!

  3. accustoms scrive:

    Greetings! Very useful adviϲe in thіs particular article!

    It’s tһe little changes that proɗuce the most important
    changes. Many thanks for sharing!

  4. chilsildren scrive:

    Magnificent items from you, man. I have keep in mind your
    stuff previous to and you are simply too great. This
    is really a great web site.

Lascia una risposta