I blog di Alessioempoli

Data 18 ottobre 2018

Aruba semplifica la conformità al GDPR

Per ingrandire il testo, cliccare sul browser

Per ingrandire le foto, cliccarci sopra

          Aruba semplifica la conformità al GDPR

 

 

Gestire la propria infrastruttura informatica rispettando la conformità al GDPR può risultare complesso. Aruba offre strumenti avanzati per la protezione dei dati nel rispetto delle normative vigenti.

 

Il 25 maggio 2018 è entrato in vigore il GDPR, ovvero il nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati personali. L’obiettivo del GDPR è quello di migliorare e soprattutto rafforzare la protezione dei dati dei cittadini dell’Unione Europea. Inoltre questo nuovo regolamento per la protezione della privacy mira anche ad armonizzare le normative in materia presenti all’interno di tutti i Paesi membri dell’UE.

Il regolamento è molto vasto e richiede che le aziende adeguino i loro servizi e le loro infrastrutture alle nuove richieste di legge. La normativa europea, infatti, prevede multe molto salate per chi non rispetterà le nuove normative sulla gestione dei dati personali. Per quanto riguarda il caso specifico della localizzazione dei dati, il GDPR non prevede l’obbligo di tenere i dati in UE, ma piuttosto di trattare i dati dei soggetti che stanno in Europa in modo conforme al nuovo regolamento. Se un dato deve essere trasferito in un altro Paese o presso un’organizzazione internazionale, allora o si rileva che gli standard di quel Paese debbano essere almeno equivalenti al GDPR, oppure si deve chiedere il consenso agli interessati.

 

Queste due disposizioni della normativa del GDPR pongono in uno stato di incertezza sia l’interessato dal trattamento sia il titolare stesso, entrambi a rischio di essere disorientati sulla strada da intraprendere in alcune casi:

 

# soluzioni infrastrutturali che non hanno data center in Europa o hanno solo alcuni servizi in Europa;

# soluzioni che non hanno data center in Italia o hanno solo alcuni servizi in Italia;

# soluzioni che non dichiarano dove sono i dati o non fanno scegliere autonomamente la posizione geografica del dato.

 

Aruba e la protezione dei dati

 

Aruba, azienda leader nel settore dei servizi cloud, mantiene le anagrafiche dei propri clienti e i dati contabili solo in Italia, così come i servizi fiduciari. Riguardo ai suoi servizi cloud, la società permette ai clienti di scegliere il data center dove attivarli tra quelli del network, tutti all’interno dell’Unione Europea. Aruba dispone infatti di 3 Data Center in Italia, mentre gli altri 5 sono in Europa. Inoltre, grazie all’adesione al Codice di Condotta del CISPE, Aruba garantisce che non utilizzerà i dati per scopi personali come il “data mining”, il “data profiling” o il marketing diretto.

 

Tutti i Data Center Aruba sono dotati di avanzati sistemi di sicurezza e quelli di Milano PSP e Arezzo sono certificati ai massimi livelli per la resilienza e qualità delle infrastrutture come previsto dalla normativa ANSI/TIA 942-A. Aruba possiede anche la certificazione ISO 27001, rispettando determinati standard di sicurezza relativamente alla gestione dei dati e delle informazioni aziendali, preservandone l’integrità e la riservatezza.

 

Aruba, dunque, è in grado di rispettare pienamente le normative previste dal GDPR e offre ai suoi clienti tutta una serie di servizi che li aiutano a rispettare le nuove normative europee in materia di protezione dei dati personali.

 

Aruba, servizi cloud utili per il GDPR

 

Uno di questi è il servizio di Cloud Backup che permette di creare backup automatizzati e rispondere alle normative in misura di sicurezza previste dal GDPR. L’articolo 32, comma 2 e l’articolo 5, comma 1, paragrafo f, richiedono che la trasmissione dei dati sia cifrata per evitare la divulgazione non autorizzata o l’accesso ai dati personali trasmessi e che il dato debba essere protetto attraverso il criptaggio AES con la possibilità di cifrare il contenuto con AES-256 come misura adeguata di sicurezza.

 

Il sistema Cloud Backup di Aruba soddisfa tutti questi requisiti ed è una soluzione interessante per gestire in sicurezza i backup nel pieno rispetto delle politiche in materia di disaster recovery. Nello specifico, questo prodotto che Aruba offre ai professionisti e alle aziende, permette di creare backup con cadenza oraria, giornaliera, settimanale o con orari completamente personalizzati. Una piattaforma potente ma allo stesso tempo molto facile da utilizzare grazie alla possibilità di poterla gestire attraverso un’unica interfaccia utente.

Il Cloud Backup di Aruba può essere utilizzato per creare copie di sicurezza sia dei dati dei propri cloud server sia dei propri server fisici. Una soluzione, dunque, che permette di salvaguardare i propri dati nel pieno rispetto delle normative europee.

Lascia una risposta